Telefonia: blackout di Poste Mobile e WindTre, migliaia di utenti isolati. Federconsumatori chiede un indennizzo per i clienti coinvolti.

La giornata di ieri ha riservato sorprese sgradite a migliaia di utenti, improvvisamente isolati e impossibilitati a ricevere e ad inviare comunicazioni tramite la rete internet così come via telefono o sms. Nella tarda mattinata sono state riscontrate difficoltà di caricamento del sito web di Poste Italiane, a cui sono seguite ore di down di Poste Mobile – sia sulla rete cellulare che per la telefonia fissa – nonché della app di Poste e dei servizi informatici di BancoPosta. Gravi e diffusi disagi, quindi, che hanno messo in grave difficoltà gli utenti per servizi pressoché essenziali, soprattutto per gli utenti più vulnerabili – basti pensare alla fascia della popolazione di età più avanzata, che utilizza in prevalenza la rete fissa – e per coloro i quali utilizzano la rete mobile per scopi professionali.

Nel pomeriggio anche i clienti di WindTre hanno riscontrato problemi analoghi: fino alla tarda serata si è rivelato impossibile effettuare o ricevere telefonate, inviare o ricevere messaggi e connettersi alla rete internet.

Per entrambi gli episodi ai disservizi si sono aggiunte importanti carenze informative, poiché i gestori non hanno diffuso alcuna notizia al riguardo, omettendo completamente di fornire una adeguata informativa agli utenti. Tale condotta dimostra una inaccettabile trascuratezza nella gestione dei rapporti con la clientela e una scarsa attenzione alle esigenze degli utenti. Come Federconsumatori chiediamo pertanto che Poste Italiane e WindTre predispongano adeguate forme compensative per i consumatori coinvolti.

Nel frattempo invitiamo gli utenti a rivolgersi alle nostre sedi presenti in tutta Italia per segnalare danni o disagi dovuti all’assenza di rete e/o per ricevere informazioni e assistenza.