Multiutility Toscana: quale futuro per il servizio idrico? Segui la diretta Facebook giovedì 1 luglio ore 15

Sono trascorsi 10 anni dal referendum sull’acqua del 2011. Ma, a distanza di un decennio, la fotografia che abbiamo è quella di un Paese che non ha saputo cogliere le opportunità della vittoria referendaria basata sulla difesa e sulla tutela dell’acqua come risorsa e bene comune.

Inoltre, nel dicembre del 2020, il colosso statunitense CME specializzato nello scambio di future e strumenti derivati, ha inaugurato il primo mercato dei future sull’acqua di Wall Street (The Nasdaq Veles California Water Index futures).

In Toscana assistiamo ad una proposta lanciata da alcuni Sindaci dei Comuni della “toscana centro” di creazione di una Multiutility che possa gestire il servizio idrico, lo smaltimento dei rifiuti sino ai settori dell’energia elettrica e del gas.

Il progetto prevede il conferimento delle quote attualmente possedute dal “socio pubblico” in un nuovo soggetto.

Sul punto riteniamo necessario fare una riflessione pubblica ed in particolare sulla gestione del servizio idrico e su come il nuovo progetto si pone in coerenza con il risultato referendario e le delibere dell’Autorità Idrica Toscana.

Particolare attenzione sarà data al tema della qualità del servizio e dei rapporti con l’utenza soprattutto in riferimento al tema delle tariffe.

Giovedì 1 luglio a partire dalle ore 15 ne discuteremo, in diretta Facebook sulla pagina Federconsumatori e Utenti Toscana, con: Federico Gianassi, assessore Comune di Firenze; Alessandro Mazzei, Autorità Idrica Toscana; Matteo Biffoni, ANCI Toscana; Maurizio Brotini, CGIL Toscana, Luca D’Onofrio, presidente Federconsumatori toscana. La discussione sarà moderata da Marzio Fatucchi, giornalista del Corriere fiorentino.

Per seguire la diretta basta accedere alla pagina Facebook “Federconsumatori e utenti toscana” cliccando qui.