Dazn: nuovi disservizi con il passaggio al Full HD. La piattaforma si impegna a potenziare le infrastrutture ma sono ancora gli utenti a fare le spese di un servizio inadeguato e inefficiente.

Come annunciato nei giorni scorsi, il week end appena concluso ha segnato l’esordio di Dazn nella dimensione Full HD. Dopo le polemiche che hanno investito la piattaforma, costretta ad un dietrofront sul blocco dell’opzione concurrency, la 13sima giornata del campionato di serie A di calcio è stata trasmessa con il nuovo formato ma il debutto non è stato dei più semplici: stavolta i disservizi – che in questi mesi sono stati diffusi e ripetuti per la maggior parte degli abbonati – si sono verificati nel corso del big match tra Inter e Napoli. A pochi minuti dal fischio di inizio i social sono stati inondati dai post di spettatori che hanno segnalato blocchi del video e difficoltà di visualizzazione. Inoltre, nonostante l’azienda si sia impegnata a potenziare il servizio proprio in concomitanza con la transizione al Full HD, stando a quanto rilevato dagli spettatori la qualità delle immagini sarebbe ancora inferiore rispetto a quanto previsto. D’altra parte, considerando che fin dall’inizio del campionato si sono verificati blackout, interruzioni di video e altri malfunzionamenti che spesso hanno impedito a numerosi utenti di fruire del servizio, non sorprende che il passaggio ad un nuovo sistema di trasmissione non sia esente da problemi.

Nel corso dell’incontro al MISE con il Ministro Giorgetti, i vertici di Dazn hanno assicurato di aver stanziato importanti investimenti proprio al fine di rafforzare le attuali infrastrutture; nel frattempo, però, sono ancora gli abbonati a subire le conseguenze di un servizio che continua a rivelarsi inadeguato e non efficiente.

Visti i trascorsi, non possiamo che accogliere con un certo scetticismo le promesse della piattaforma, che fino a questo momento non è stata in grado di efficientare le infrastrutture e gli strumenti impiegati in modo da evitare concretamente le problematiche che gli utenti continuano a riscontrare.

Come Federconsumatori continuiamo a monitorare la situazione e non esiteremo, in caso di inottemperanza, a mettere in atto ulteriori interventi presso le sedi opportune. Nel frattempo invitiamo di nuovo i cittadini a segnalare qualsiasi problema ad una delle sedi Federconsumatori presenti su tutto il territorio nazionale.