Cambiamenti stili di vita

il Progetto denominato “Cambiamenti stili di vita e dei consumi dopo la crisi” nasce a settembre 2010 ed ha una previsione di budget di € 42.500,00.

E’ noto che il finanziamento arriva con grave ritardo e, senza precise motivazioni,con una riduzione del contributo finanziato di € 18.000,00.

Il nostro interesse allo studio dei cambiamenti non ci ha comunque bloccato.

Ciò premesso noi abbiamo comunque avviato una serie di iniziative che ruotano intorno al tema della crisi economico sociale, nonchè alle ricadute sul sistema dei servizi ai cittadini per effetto dei tagli (le diverse finanziarie prima e la spending review dopo).

Una prima iniziativa si sviluppa sul tema della “Etichetta e della tracciabilità” (analisi, iniziative pubbliche, in particolare nelle Coop dell’area del Mugello, che si concludono con una iniziativa pubblica a Borgo S. Lorenzo alla presenza del Presidente Nazionmale Trefiletti).

Altra importante iniziativa di studio, analisi e ricerca è stat quella sul Sistema sanitario in Toscana. Si tratta di una iniziativa complementare al Progetto, poichè mira alla lettura del condizionamento nella tutela della salute dei cittadini dopo i tagli.

Studio ed elaborazione con gruppo di esperti di un questionario, somministrazione, diretta e attraverso il sito.

Oltre 1.150 risposte su un questionario complesso (25 domande) che analizza il grado di percezione sulla Sanita in Toscana nei 5 anni precedenti la crisi ed i tagli e allo stato attuale.

Si conclude il con la presentazione del report ed una saerie di nostre analisi e proposte alla presenza dell’Assessore Luigi Marroni.

Ordine temporale delle prossime iniziative, per le quali tempo per tempo, vi terremo aggiornati con indicazione precisa delle date e dei luoghi dove si svolgono le diverse iniziative/manifestazioni.

  1. Predisposizione di 2 questionari - in collaborazione con esperti e docenti competenti in materia - A) questionario da utilizzare con collegamento sul nostro sito e composto da 4/5 quesiti B) questionario cartaceo con un numero di domande più ampio da utilizzare anche nell’ambito di iniziative pubbliche sul territorio regionale. (Nei primi 10 giorni di Maggio)
  2. Formazione - giornate/studio destinate ai nostri responsabili di sportello e ai dirigenti a vari livelli. Tema illustrazione degli scopi dell’iniziativa; illustrazione delle domande dei questionari; la programmazione e la gestione delle iniziative sul territorio. (Aprile)
  3. Messa in rete del questionario, predisposzione del cartaceo, e gestione dei report (immissione dati ed elaborazione dei risultati con tabelle e grafici). (Maggio/Giugno)
  4. Programmazione e realizzazione delle iniziative con distribuzione del questionario cartaceo (si prevedono almeno 5/10 incontri territoriali da tenersi nel mese di Giugno).
  5. Il tema del cambiamento degli stili di vita ha prodotto un condizionamento sulle vendite di beni e servizi, a partire da quello alimentare. Per ottenere una lettura più ampia ci rivolgeremo ad alcuni importanti “opinion’s leader” (Direettori Centri Commerciali - alimentari e non - tra i più significativi della nostra Regione). Predisposizione di un canovaccio per le interviste inb collaborazione con esperti della materia. (Giugno/Luglio).
  6. Presentazione del report finale e conclusioni.

Tempo per tempo comunicheremo le singole iniziative e gli eventi per realizzare anche con il contributo degli Uffici del Crcu la più ampia conoscenza e pubblicizzazione delle diverse fasi del Progetto.

In allegato pubblichiamo il questionario utilizzato

AllegatoDimensione
Cambiamenti consumi e stili divita a seguito crisi.pdf249.81 KB